Ti trovi in:

Polizia Municipale » Oggetti smarriti

Oggetti smarriti

di Giovedì, 10 Marzo 2016
Immagine decorativa

Modalità di gestione dei beni ritrovati

La Polizia Municipale di Lavarone si occupa di costudire gli oggetti ritrovati nel territorio comunale e raccogliere le segnalazione di oggetti smarriti.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Codice Civile (Libro III, Capo III, sezione I):

  • Art.927  "Cose ritrovate"
  • Art.928  "Pubblicazione del Ritrovamento"
  • Art.929  "Acquisto di proprietà della cosa ritrovata"
  • Art.930  "Premio dovuto al ritrovatore"
  • Art.931  "Equiparazione del possessore o detentore al proprietario"

L'art.927 del Codice Civile dispone che "chi trova una cosa mobile deve restituirla al proprietario e se non lo conosce, deve consegnarla senza ritardo al Sindaco del luogo in cui l'ha ritrovata, indicando le circostanze del ritrovamento". Il compito di ricevere e costudire gli oggetti  rinvenuti nel territorio comunale è delegato alla Polizia Municipale, che si attiva per ricercarne il proprietario.

Per ogni oggetto rinvenuto viene redatto il verbale di deposito riportante i dati del ritrovatore, la descrizione e il presunto valore dell'oggetto stesso, nonché le circostanze del ritrovamento; l'ufficio verifica sempre il contenuto dell'oggetto depositato, procedendo se necessario anche all'apertura di eventuali contenitori (borse, valigie ecc...) chiusi a chiave.

Per oggetti minuti e di modico valore (chiavi, agendine, libri, penne ecc...) non viene redatto alcun verbale e trascorsi 12 mesi dal ritrovamento senza essere stati consegnati , vengono conferiti negli appositi contenitori per la raccolta dei rifiuti.

L'ufficio non risponde di eventuali irregolarità o danni verificatisi prima del ricevimento degli oggetti e provvede periodicamente a Pubblicare all'Albo Comunale l'elenco dei beni ritrovati. 

Chi si dichiara proprietario di un'oggetto ritrovato e ne chiede la restituzione, deve presentarsi entro un anno dall'ultimo giorno della pubblicazione all'albo delle informazioni relative al ritrovamento, munito di un documento d'identità valido ed ha l'onere di descrivere dettagliatamente l'oggetto.

Il ritrovatore viene informato della riconsegna del bene al legittimo proprietario; se il ritrovatore ne fa espressa richiesta, il proprietario deve corrispondere a titolo di premio le somme indicate dall'art.930 del Codice Civile.

I beni ritrovati che non vengono restituiti al proprietario o consegnati al ritrovatore, trascorso un anno dalla data di pubblicazione  all'Albo Comunale, sono acquisiti in proprietà del Comune.